Bonus alberghi e agriturismi 2019 - TAX CREDIT RIQUALIFICAZIONE 2019

COS’È

Il Bonus alberghi e agriturismi, è un’agevolazione fiscale sulle ristrutturazioni edili.

 

DESTINATARI

I soggetti beneficiari dell’agevolazione sono le strutture alberghiere attive presso la propria camera di commercio dal 1° gennaio 2012. Sono altresì ammesse al beneficio le strutture che svolgono attività agrituristica, come definite dalla legge 20 febbraio 2006 n. 96, e dalle pertinenti norme regionali.

 

AGEVOLAZIONE

Le strutture avranno diritto a richiedere un credito d’imposta del 65%, per un massimo di 200 mila euro, se tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018 avranno eseguito interventi che abbiano finalità di ristrutturazione edilizia, con l’obbligo di aver effettuato almeno una spesa ricadente in uno dei due macro capitoli:

  • Incremento dell’efficienza energetica
  • Adozione di misure antisismiche 

 

TIPOLOGIA DI SPESA AMMISSIBILE

Hanno diritto al bonus tutte quelle strutture che avranno eseguito una delle seguenti opere:

  1. Interventi di ristrutturazione edilizia;
  2. Interventi di eliminazione delle barriere architettoniche (sostituzione di finiture, rifacimento scale ed ascensori, inserimento di rampe interne ed esterne piattaforme elevatrici...);
  3. Interventi di incremento dell’efficienza energetica (istallazione impianti fotovoltaici, schermature solari, pannelli solari...);
  4. Interventi inerenti l’adozione di misure antisismiche (valutazione della classe di rischio; progettazione degli interventi; interventi di tipo locale; interventi di miglioramento del comportamento sismico);
  5. Acquisto di mobili e componenti d’arredo (es. attrezzature professionali, acquisto mobili e di complementi d’arredo da interno ed esterno, acquisto di pavimentazione…).

 

UTILIZZO DEL BONUS

L’importo del credito d’imposta riconosciuto, potrà essere utilizzato esclusivamente in compensazione, tramite il modello F24, da presentare attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate entro i 10 anni.

Le spese devono essere certificate tramite attestazione rilasciata da un soggetto autorizzato giuridicamente responsabile della veridicità dei dati oggettivi dichiarati (effettività delle spese sostenute ed esistenza della documentazione contabile) che può essere il presidente del collegio sindacale, revisore legale iscritto nel registro dei revisori legali, professionista iscritto all’albo dei dottori commercialisti, dei periti commerciali, dei consulenti del lavoro oppure da un responsabile del centro di assistenza fiscale.

 

TEMPI DI PRESENTAZIONE

La compilazione dell’istanza si potrà effettuare esclusivamente dal 21 febbraio – al 21 marzo 2019.

Le domande per il Click day, si potranno inviare esclusivamente dalle ore 10:00 del 3 aprile 2019.